Siamo arrivati all’ultimo dolce con le pesche di questa pazza estate. Seppur userei questo frutto nella metà dei miei dolci con tanta amarezza devo ammettere che quest’anno i profumi di pesche&co. non erano dei più memorabili. Ho pensato però di concludere la stagione con una declinazione di questo frutto tanto classica quanto sublime: le pesche all’amaretto. Ho provato per la prima volta questo dolce un paio di anni fa, proprio di ritorno dalla luna di miele. Eravamo nelle Langhe, ultima tappa di un meraviglioso viaggio. Il ristorante More e Macine, situato nel comune di La Morra (Cn), è un luogo imperdibile per i gli amanti della buona tavola (e del buon vino). Qui vi propongo la mia versione, la loro giustamente è segretissima.

Ecco gli ingredienti per 4 persone:

4 pesche poco mature a pasta gialla

succo di mezzo limone

2 cucchiai di zucchero

30 gr di amaretti

una manciata di gocce di cioccolato

1 tuorlo

brandy

4 biscotti secchi

burro

 

Lavate e asciugate le pesche, tagliatele a metà, eliminate il torsolo e scavatele al centro lasciando però un paio di centimetri di lato. Ottenute delle scodelline piuttosto spesse bagnatele con il succo di limone. Tritate la polpa tolta dalle scodelline e mescolatela con gli amaretti sbriciolati, lo zucchero, il tuorlo d’uovo, un cucchiaio di brandy e le gocce di cioccolato. Se il composto fosse troppo morbido potete aggiungere un cucchiaio di pangrattato o altri amaretti. Riempite le scodelline con la crema ottenuta, cospargete con i biscotti sbriciolati e mettette su ciascuna un ricciolo di burro. Posizionatele su una teglia coperta da carta forno e ben imburrata. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti.

Il consiglio furbo: queste pesche possono anche essere surgelate così che possiate ritrovare il sapore dell’estate anche durante freddi mesi autunnali. Lasciate in questo caso raffreddare le pesche, avvolgetele in carta stagnola, mettetele in un contenitore rigido e surgelate (si conservano per ben tre mesi). Quando vorrete servirle basterà toglierle dal congelatore e metterle in frigorifero. Una volta perfettamente scongelate irroratele con il loro succo e fate scaldare un minuto in forno a microonde o pochi minuti in forno caldo.

P.S. 

Questa ricetta è in grado di rendere grande anche la pesca più anonima.

Pesche

 

Pesche all'amaretto

 

3 Comments on Pesche all’amaretto

  1. Silva Avanzi Rigobello
    7 Settembre 2014 at 15:45 (5 anni ago)

    Anche a casa nostra le pesche al forno sono un must dell’estate. Bella la dritta di surgelarle per i giorni in cui si sentirà la nostalgia dell’estate… comunque sia stata.

    Rispondi
  2. lapetitecasserole
    8 Settembre 2014 at 12:42 (5 anni ago)

    Ho provato a farle una settimana fa, dato che, incredibile ma vero, le pesche qua in Canada non sono per niente male, anzi… ma c’era qualcosa che non andava nella ricetta che ho usato… il ripieno era troppo compatto e colloso… vediamo un po’ cosa riesco a combinare con la tua ricetta… a vederle direi che sono meravigliose!

    Rispondi
    • Parole di Gusto
      8 Settembre 2014 at 16:52 (5 anni ago)

      Questa ricetta vedrai che ti conquisterà! Mi fa piacere trovarti tra le mie pagine… Leggo spesso il tuo blog e devo farti i complimenti perché mi piace davvero tanto!

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *