Fin da bambina ho sempre sognato di diventare da grande una buona mamma, le mie compagne di classe sognavano di fare la ballerina, la cantante o altre professioni che io nemmeno valutavo da lontano. A volte mi vergognavo quando mi chiedevano cosa avrei desiderato fare, tanto che più di una volta mi sono trovata a rispondere “non lo so” o altre ancora mi inventavo qualcosa che nemmeno io sapevo esattamente come mi fosse venuta in mente una risposta simile.

Sembra facile, ma nella realtà di oggi piena di aspettative e attese, ammettere che ciò che si desidera è la cosa più semplice al mondo quasi spaventa. Ora che tutto sembra andare bene e che sono vicina a raggiungere il mio desiderio più grande ancora non mi sembra vero… A braccetto con questo mio desiderio ce n’è sempre stato un altro che forse in un certo senso completa il primo. Cercare di essere “una perfetta padrona di casa”. Starete forse pensando alla classica immagine della donna americana anni ’60, capelli cotonati, grembiule stretto in vita a coprire una gonna dalla ruota ampia…. La mia idea è molto lontana da questa immagine dal sapore retrò. La mia “perfetta padrona di casa”  si riflette in una donna capace di gestire in autonomia ogni situazione, una donna in grado di trovare soluzioni semplici di fronte a problemi apparentemente irrisolvibili, una donna capace di rendere speciale non solo la propria vita ma anche quella delle persone che le stanno accanto… semplicemente attraverso piccoli gesti e attenzioni capaci di trasformare la quotidianità in qualcosa di magico. Certo, tra lavoro, faccende quotidiane e figli (per chi ne ha) diventa difficile trasformare giornate di ordinaria frenesia in attimi speciali, da custodire nel cuore.

Da dove partire? Dovrebbe essere semplice, pensate alla persona che nel bene e nel male vi fa sentire speciale ogni giorno. Per ripagare l’affetto non servono grandi azioni, ne bastano anche di piccole, purché nate dal cuore. L’idea me l’ha suggerita Dalani che mi ha coinvolta in un nuovo progetto intitolato “La perfetta padrona di casa” al quale, come potrete immaginare, non ho proprio potuto rinunciare. Tra i temi proposti uno in particolare ha fatto breccia nel mio cuore: cena romantica.  Mi sono sempre emozionata ad organizzare cene a due e qui vorrei condividere con voi quello che ho imparato dai miei sbagli e dai miei successi.

la perfetta padrona di casaPartiamo dalla tavola: deve essere sobria e al tempo stesso elegante, eliminate tutto ciò che sulla tavola potrebbe dare fastidio e disturbare lo sguardo tra te e lui, non dimenticatevi però l’essenziale e qualche tocco di stile che possa far capire con quanto desiderio avete atteso quel momento (un fiore fresco appoggiato sul tovagliolo, una frase romantica scritta su un biglietto nascosto accanto al piatto e candele capaci di riscaldare l’atmosfera).  Passiamo al menù: scegliete piatti non troppo pesanti ed impegnativi, giocate con la leggerezza, il sapore e diverse consistenze. Abbinate il vino giusto e qui per esperienza vi dico che il vino gioca un ruolo molto importante. Per mio gusto personale vi direi di cominciare sempre con un’ottima bollicina (Franciacorta, Champagne, Trento Doc) per continuare poi con un rosso importante ma non eccessivamente alcolico (non si può mai sapere che effetti potrebbe provocare un bicchiere di troppo), per concludere vi consiglio di optare per un passito al quale solitamente nessuno sa resistere.

la perfetta padrona di casa

la perfetta padrona di casa

La ciliegina sulla torta alla vostra serata la farà poi il dolce, dove in una cena romantica non può che essere al cucchiaio. Per aiutarvi in questa che apparentemente può sembrare un’ardua impresa (ma credetemi, basta un po’ del classico ingegno femminile e la serata sarà un vero successo!) vi lascio come spunto una ricetta per il dolce che sono certa saprà conquistare la vostra amata metà: Semifreddo al torrone.

Ingredienti per ottenere 6 monoporzioni:

250 gr di torrone friabile alle nocciole

2 uova

2 cucchiai di zucchero

225 gr di panna da montare

2 cucchiai di rhum

20 gr di cioccolato fondente

Rompete il torrone a pezzetti e frullatelo sino ad ottenere una polvere sottile. Sbattete i tuorli con lo zucchero fino a quando non avrete ottenuto una massa spumosa. A parte montate la panna. In un terzo recipiente montate gli albumi a neve ben ferma. Unite i tre composti, aggiungete 200 gr di torrone e lavorate con le fruste sino a quando il risultato non sarà perfettamente omogeneo. Versate il composto nei pirottini di alluminio solitamente utilizzati per muffin o tortini e metteteli in freezer per almeno 5 ore.

Nel frattempo sciogliete il cioccolato a bagnomaria e semplicemente con l’aiuto di un cucchiaio disegnate su una placca rivestita con carta forno delle decorazioni che andranno a guarnire la cima del vostro semifreddo. Lasciate rapprendere il cioccolato e tenete da parte. Al momento di servire togliete il semifreddo dal freezer, incidete con una forbice il lato dello stampo e delicatamente togliete il semifreddo. Adagiatelo al centro del piatto, posizionatevi alla sommità il decoro di cioccolato e attorno guarnite con la polvere di torrone avanzata.

Il dolce è servito, la conclusione perfetta per una romantica cena a due.

semifreddo torrone doc

11 Comments on La perfetta padrona di casa e il semifreddo al torrone per un’emozionante serata

  1. vagoneidiota
    23 Febbraio 2015 at 21:24 (4 anni ago)

    Addentarlo, si può?
    I see the sun – incognito

    Rispondi
    • Parole di Gusto
      23 Febbraio 2015 at 21:59 (4 anni ago)

      Io sono troppo di parte. Mangerei questo dolce ad ogni ora del giorno della notte 🙂

      Rispondi
  2. foodnuggets
    23 Febbraio 2015 at 22:37 (4 anni ago)

    Leggendo il tuo pezzo sembra che tua sia già una perfetta padrona di casa. Tra poco ti completerai e il gioco sarà fatto! 🙂 Complimenti per il semifreddo. Che buonooo deve essere. Slurp!!!!

    Rispondi
  3. Grembiule da cucina
    24 Febbraio 2015 at 13:36 (4 anni ago)

    Sei già una padroncina quasi perfetta. Ti aspetto a disostruire lo scarico della lavatrice, far ricollegare i “carboncini”, cambiare le retine dei rubinetti….. Che una perfetta padrona di casa non può fermarsi in attesa di un idraulico! Baci e guarda che dico per davvero! 😀

    Rispondi
    • Parole di Gusto
      24 Febbraio 2015 at 18:58 (4 anni ago)

      Mmmmm… Con un po’ di impegno forse ce la potrei fare 😉

      Rispondi
      • Grembiule da cucina
        24 Febbraio 2015 at 20:29 (4 anni ago)

        Certo che ce la puoi fare. Volevo, maldestramente, dire che la gestione della casa è fatta di tante cose. Poi fa’ piacere anche saper mantenere efficiente quel che si ha, saper far quadrare il bilancio familiare, conoscere tutte le scadenze. E pure mantenere in vita le piante che ci regalano. (Col primo figlio saranno tantissime!). Baci!

        Rispondi
  4. Silva Avanzi Rigobello
    24 Febbraio 2015 at 23:59 (4 anni ago)

    Adoro i semifreddi (e le cenette per due), questo mi sembra delizioso e adattissimo alla circostanza!

    Rispondi
    • Parole di Gusto
      25 Febbraio 2015 at 14:26 (4 anni ago)

      Grazie Silvia! Con questo il risultato è assicurato!

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *