Il pane pita è un pane di forma tonda, lievitato ma basso, diffuso in Grecia e più in generale nel mediterraneo orientale. Viene usato per raccogliere salse o molto spesso anche preparazioni come il kebab. Io ho voluto preparare una versione più occidentale con un condimento capace di racchiudere tutto il sapore del mediterraneo. Il mio impasto è inoltre costituito al 50% da farina bianca e dal restante 50% da farina integrale. La cottura in questo caso è in padella, quindi non sarà necessario accendere il forno… come sempre dove possibile è giusto fare un po’ di economia domestica 😉

Ecco le dosi per 4 persone:

125 gr di farina 00

125 gr di farina integrale

150 ml di acqua

15 gr di olio extravergine d’oliva

8 gr di lievito di birra fresco

1/2 cucchiaino di malto

6 gr di sale

In una ciotola sbriciolate il lievito di birra, versatevi 50 ml di acqua tiepida ed il malto. Mescolate per far sciogliere il tutto. Aggiungete le farine setacciate e cominciate ad impastare a mano. Sciogliete il sale nella restante acqua e mescolatevi l’olio. Versate l’acqua sull’impasto precedente e continuate ad impastare sino a quando avrete ottenuto una palla perfettamente liscia. Oliate una ciotola e mettete a riposare l’impasto coperto da pellicola trasparente per due ore in forno con la sola luce accesa.

L’impasto dovrà essersi raddoppiato in volume alla fine della lievitazione, a questo punto dividetelo in quattro parti. Su un piano infarinato stendete ogni parte conferendo a ciascuna una forma quanto più possibile rotonda, infine oliale leggermente ogni pita e lasciate riposare per altri 30 minuti.

Scaldate poco olio in una padella antiaderente e fate cuocere la pita per circa 6-8 minuti per lato (sarà pronta quando comincerà a fare delle bolle dorate). Farcitela a piacere dando libero sfogo alla fantasia. Per il mio pranzo mediterraneo ho usato: pomodoro, Asiago DOP, acciughine e zucchine grigliate.

pita greca

pita mediterranea

Buona settimana 🙂

10 Comments on Pita: il pane greco

  1. Sonja
    16 Marzo 2015 at 15:43 (4 anni ago)

    Bello! da provare sicuramente…

    Rispondi
    • Parole di Gusto
      17 Marzo 2015 at 11:48 (4 anni ago)

      È perfetto anche per le prime gite fuori porta 😉

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *