Non so perché ma a maggio immancabilmente a me torna la voglia di Pavlova! Ve ne avevo già parlato un anno fa e questa volta vi propongo una farcitura ancora più golosa: con crema Chantilly, pesche e amaretti. Davvero irresistibile!

Per la ricetta della Pavlova vi basterà cliccare qui. Questa volta anzichè fare delle monoporzioni ho preparato questo dolce in formato torta, ma a voi la scelta delle dimensioni.

Pavlova

Per la crema Chantilly all’italiana: 

25 gr di farina

250 ml di latte

65 gr di zucchero semolato

3 tuorli

2 cucchiai di zucchero a velo vanigliato

150 ml di panna fresca da montare

1 pesca sciroppata

6 amaretti sbriciolati

Per guarnire:

3 pesche noci

3 amaretti

il succo di 1/2 limone

1 cucchiaio di zucchero a velo vanigliato

La crema Chantilly all’italiana prevede l’aggiunta di crema pasticcera alla panna montata, quindi per prima cosa preparate la crema.

Scaldate il latte in un pentolino senza però arrivare ad ebollizione, nel frattempo a parte lavorate con una frusta i tuorli con lo zucchero semolato e la farina. Versate a filo il latte sopra i tuorli montati e mescolate energicamente così da evitare la formazioni di grumi. Rimettete la crema sul fuoco e tenete mescolato fino a quando la crema non si sarà addensata. Togliete dal fuoco e mettete la crema in una bacinella, coprite con pellicola trasparente facendo in modo che questa aderisca perfettamente alla crema (in questo modo non si addenserà in superficie) e mettete in frigorifero a raffreddare.

Crema pasticcera

Montate la panna e man mano comincia a gonfiarsi aggiungete lo zucchero a velo. Quando sarà perfettamente montata riponetela in frigorifero.

Panna montata

Una volta che la crema pasticcera si sarà raffreddata procedete ad amalgamarla alla panna montata unendo quest’ultima alla prima in tre volte, mescolando delicatamente dal basso verso l’alto così che la massa non si sgonfi. Aggiungete a questo punto la pesca tagliata a cubetti e gli amaretti sbriciolati.

Crema Chantilly all'italiana

Pesche e amaretti parole di gusto

pesche e amaretti parole di gusto

Versate la crema nel guscio della Pavlova e completate con le pesche tagliate a fettine sottili e passate nel succo di limone e zucchero, per ultimo distribuite gli amaretti sbriciolati.

Conservate in frigorifero sino al momento di servire.

Ringrazio per i bellissimi scatti alle mie creazioni Edo Foto.

Pavlova pesche e amaretti

Pavlova pesche e amaretti

15 Comments on Pavlova alle pesche e amaretti

  1. Silva Avanzi Rigobello
    25 Maggio 2015 at 10:05 (4 anni ago)

    Bella Pavlova! Anch’io la preparo di tanto in tanto e l’ho postata anche più volte. È un dolce raffinato e squisito e tutto sommato più semplice di quanto sembri, vero?!

    Rispondi
    • Parole di Gusto
      25 Maggio 2015 at 12:36 (4 anni ago)

      E’ vero, è semplicissima da fare e in più è di grande effetto!

      Rispondi
  2. chicchidimela
    25 Maggio 2015 at 11:44 (4 anni ago)

    Buona davvero. E pesca e amaretti poi…beh, non serve aggiungere altro. Io tempo fa, la feci con panna e fragole.

    Rispondi
    • Parole di Gusto
      25 Maggio 2015 at 12:35 (4 anni ago)

      Anche panna e fragole è sicuramente buonissima… un classico intramontabile!

      Rispondi
  3. vitadicasa
    7 Luglio 2015 at 8:53 (4 anni ago)

    Ho sentito spesso nominare la pavlova, soprattutto (ma non solo) girando per blog, ma fino ad ora non ho mai avuto l’occasione di provarla, nè di prepararla!

    Rispondi
    • Parole di Gusto
      7 Luglio 2015 at 9:57 (4 anni ago)

      È un dolce molto leggero e perfetto per utilizzare gli albumi 🙂

      Rispondi

2Pingbacks & Trackbacks on Pavlova alle pesche e amaretti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *