Con questo caldo accendere il forno diventa sicuramente l’ultimo dei pensieri. Dopo l’ennesima poppata della giornata e messa a nanna la mia bimba non posso però rinunciare ad una fresca fetta di Torta allo yogurt ricoperta da una delicata gelèe alla pesca. Questo è uno di quei dolci la cui preparazione è piuttosto tattica perché può essere suddivisa in tre parti distribuendola così nel corso della giornata (e mai come da quando sono diventata mamma la suddivisione delle preparazioni in più momenti può essere utile e pratica!).

Per preparare questa Torta fredda allo yogurt vi servirà:

Per la base:

260 gr di biscotti frollini (meglio se del tipo Digestive)

170 gr di burro

2 cucchiai di zucchero di canna

Per la crema allo yogurt:

500 gr di crema di yogurt bianco

200 ml di panna fresca per dolci

50 ml di latte

8 gr di colla di pesce

Per la gelèe alla pesca:

80 gr di pesche

50 ml di acqua

50 gr di zucchero

3 gr di colla di pesce

Per prima cosa preparate la base della torta frullando finemente i biscotti. Lavorateli con il burro fuso e freddo e lo zucchero di canna. Imburrate uno stampo a cerniera del diametro di 22 cm e foderatelo con carta forno creando prima un disco da posizionare sulla base della tortiera e poi un anello da posizionare ai lati (se avete invece un anello da pasticceria basterà posizionarlo direttamente sul piatto da portata). Versate i biscotti sulla base della tortiera e schiacciate bene per compattarlo e creare così una base uniforme. Mettete in frigorifero a raffreddare per almeno un’ora.

IMG_20150704_171042

IMG_20150704_171302

Per la crema allo yogurt bagnate i fogli di colla di pesce in acqua fredda e lasciateli per almeno 10 minuti. Scaldate il latte senza però portarlo a bollore, toglietelo dal fuoco, strizzate bene la colla di pesce e scioglietela poi nel latte caldo quindi tenete da parte. Una volta freddo mescolatelo allo yogurt. Montate la panna e poco a poco versate lo yogurt mescolando dal basso verso l’alto così da non smontare il composto. Versate la crema delicatamente sulla base della torta, livellatela e mettete a riposare in frigorifero per almeno tre ore.

Per la gelèe: frullate la polpa della pesca con un mixer; scaldate in un pentolino l’acqua con lo zucchero, togliete dal fuoco e scioglietevi la colla di pesce precedentemente ammollata in acqua fredda e ben strizzata quindi aspettate che si raffreddi e aggiungete lo sciroppo alla polpa di pesca. Versate la gelèe sopra la torta e rimettete in frigorifero a raffreddare per altre tre ore.

Al momento di servire togliete con delicatezza la torta dallo stampo e posizionatela sul piatto da portata.

Note: naturalmente questa torta può essere ricoperta con la gelèe che preferite, basterà sostituire la polpa di pesca con altra frutta ed il gioco è fatto. Per decorare sbizzarritevi invece con quello che più vi piace!

torta fredda allo yogurt IMG_2629

torta fredda allo yogurt IMG_2684

13 Comments on Torta fredda allo yogurt con gelèe alla pesca

  1. annaecamilla
    12 Luglio 2015 at 17:29 (4 anni ago)

    Ottima, la terrò presente anche come torta di compleanno! brava e grazie!

    Rispondi
    • Parole di Gusto
      12 Luglio 2015 at 18:51 (4 anni ago)

      Bella idea! Anche per il compleanno è sicuramente perfetta!

      Rispondi
  2. sempredada
    12 Luglio 2015 at 20:34 (4 anni ago)

    Sembra delicatissima! Appena possibile, proverò la ricetta… Sarà che qui ci sono circa 35 gradi, ma la questa torta così fresca mi ha fatto venire la colina in bocca.

    Rispondi
  3. chicchidimela
    13 Luglio 2015 at 15:43 (4 anni ago)

    Cavolo che spettacolo! Effettivamente in questo periodo è davvero impossibile accendere il forno perciò cimentarsi con torte come la tua è ideale! Mi piace tanto l’accostamento! ☺️buon pomeriggio

    Rispondi
    • Parole di Gusto
      13 Luglio 2015 at 20:43 (4 anni ago)

      Grazie @chicchidimela! A presto con altre fresche idee 😉

      Rispondi
  4. gaetano pesce
    17 Luglio 2015 at 7:21 (4 anni ago)

    Ne sento gia il buon sapore in bocca. Fresca da mangiare. Ciao!!!!

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *